Cosa fare per cena la Vigilia di Natale
Perché si cucina sempre il pesce?

Guerrino Pasticceria & Banqueting

Come tutti noi sappiamo la cena della Vigilia di Natale secondo la tradizione, deve essere interamente a base di pesce. Molti sono orientati di solito a rispettare per filo e per segno la tradizione, cucinando il famosissimo capitone altri invece preferiscono sperimentare nuove ricette e nuovi sapori. Con questo articolo cercheremo di darti qualche spunto utile su cosa cucinare la Vigilia di Natale e soprattutto cercheremo di capire perché il menù prevede sempre piatti a base di pesce.




Cosa cucinare alla Vigilia di Natale:



Antipasto:
Come antipasto puoi orientarti su delle gustosissime e buonissime capesante gratinate, oppure ripiegare su cozze e ostriche da servire crude.


Primo piatto:
Utilizza sempre della pasta fresca da condire con un sugo ai frutti di mare, oppure prepara uno sfiziosissimo raviolo aperto di mare. Per la sua preparazione ti servirà della sfoglia di pasta all’uovo già pronta, calamari e gamberi. Una volta preparato il pesce farcisci il raviolo.

Secondo piatto:
Il nostro consiglio è quello di puntare sul salmone. Prepara un turnedos di salmone con una crema alle noci.

pesce fresco


Perché si cucina pesce la cena della vigilia?


La Vigilia di Natale è considerata un giorno di magro in cui non si mangia la carne ma bensì il pesce, un’usanza che fonda le sue radici su una tradizione popolare che poi con il tempo è diventata una tradizione più di carattere religioso.
La tradizione del menù della vigilia prevede anche che siano fatte delle restrizioni sui cibi troppo costosi.



Un menù di pesce tradizionale per la tua vigilia di Natale


Come antipasto va servito l’irrinunciabile canapè di salmone affumicato, ma se vuoi rispettare appieno la tradizione culinaria della Vigilia di Natale, sappi che immancabile è il capitone in umido e non dimenticare di preparare una freschissima e saporitissima insalata di mare.
Il primo piatto per eccellenza della cena di Natale, sono senza dubbio gli spaghetti allo scoglio e per chi invece, è alla ricerca di un gusto più intenso, consigliamo dei buonissimi e raffinati spaghetti all’astice.
Per quanto riguarda i secondi, la tradizione prevede che venga servito del pesce al forno, da provare sicuramente il filetto di tonno in crosta di patate oppure i gamberoni saltati al pompelmo.


pesce di natale


Piatti di pesce economici:
Alici fritte: Le alici fritte sono un piatto facile da preparare non occorrono molti ingredienti e sono anche molto economiche. Per prepararle basta passarle nella farina ed immergerle nell’olio bollente. Per chi invece vuole provare una ricetta un po’ più sostanziosa, allora può panarle con l’uovo e la farina e pan grattato.

Mousse di sgombro:
Stiamo parlando di un pesce molto povero ma molto ma molto saporito. Per la mousse di sgombro, fate dorare in padella della cipolla insieme ad una noce di burro, aggiungetevi i filetti di sgombro, salate e pepate una volta cotti, frullateli insieme alla panna e due cucchiai di parmigiano grattugiato.

Spiedini di gamberi:
Comprate dei bei gamberi, si trovano anche senza affrontare una spesa eccessiva, e lasciateli andare sulla griglia o sul barbecue aggiungendovi solo del sale e del prezzemolo.

tonno


Come riconoscere il pesce fresco da cucinare la cena di Natale?


Per riconoscere il pesce fresco non bisogna essere dei grandi esperti, bisogna solamente aguzzare la vista e stare attenti a dei piccoli particolari molto importanti.
La prima cosa da analizzare è senza dubbio l’odore del pesce che abbiamo deciso di comprare, che se fresco, dovrà mantenere il suo forte odore di mare e ricordatevi di annusare sempre sotto le branchie, se il pesce non fosse fresco, dovreste sentire un cattivo odore provenire da questa zona.


Vediamo adesso nello specifico altre operazioni da fare per riuscire ad assicurarci per la nostra cena di Natale sempre del pesce super fresco.
• Ricordate sempre che il pesce decongelato si riconosce per gli occhi infossati e spenti. Il pesce fresco ha in generale sempre occhi convessi, con una pupilla nera brillante.
• Il pesce decongelato ha la pupilla velata
• Il pesce fresco è rigido, quello decongelato diventa elastico
• Il colore delle branchie nel pesce decongelato, sono di colore marroncino o giallognole, mentre le branchi del pesce fresco sono di colore rosso vivo
• Leggete sempre le etichette che devono essere a disposizione del consumatore. Le etichette devono riportare sia il nome in latino della specie, sia quello commerciale e lo stato fisico del prodotto fresco o decongelato.


Consigli utili
Ricordate sempre di fare molta attenzione quando decidete di comprare del pesce fresco, i rischi per la salute a causa di un pasto di pesce avariato sono molti e alcuni anche abbasta gravi. Si può partire da sintomi lievi come nausea, vomito e diarrea, fino a sintomi più gravi come dolori addominali e febbre. Lo strumento per scegliere il vostro pesce fresco per la vostra cena di Natale adesso lo avete, usatelo con attenzione e ricordatevi di concludere la vostra cena con un buonissimo dolce di Natale.

Ultima ricetta per la vigilia di Natale
Tonno in crosta di pistacchi

Ingredienti
  • Tonno 600 g
  • Semi di papavero 1 cucchiaio
  • Olio extravergine d'oliva 3 cucchiai
  • Pangrattato 20 g
  • Granella di pistacchi 50
  • Pomodori secchi sott'olio 30 g
  • Sale fino q.b.

    Preparazione
    Procuratevi un trancio di tonno fresco, ponetelo in congelatore per almeno un'ora in modo tale da poterlo tagliare meglio senza poi rischiare di rompere le fibre. Dovrete tagliare delle fette spesse almeno 2 cm e metterle all'interno di una pirofila con dell'olio. Adesso prendete i pomodori secchi, tagliateli a dadini finissimi con un coltello e riponete in una ciotola i pistacchi. Adesso ai pistacchi aggiungete i semi di papavero e il pangrattato. Mescolate bene il tutto e salate la panatura a vostro piacimento. Ora è il momento di panare il vostro tonno e adagiarlo in una padella con dell'olio d'oliva. Una volta cotte tutte le fette di tonno precedentemente tagliate, adagiate le fette su un piatto e servitele ancora calde.

  • Vuoi Informazioni?
    Contattaci adesso
    +390721864910 WhatsApp
    oppure inviaci la tua richiesta
    compilando il modulo.
    info@guerrino.it